CARTA STRACCIA in POLITIKA – Il blog di JURI Bossuto

Archivi per luglio, 2008

QUARTIERI, NON SI RISPARMIA TAGLIANDOLI MA RENDENDOLI PIU’ UTILI

Scritto da juribossuto.it il 10 luglio 2008

Strano Paese il nostro. Mentre si decidono di tagliare posti di lavoro in Comune e Circoscrizioni, al contempo si spinge per destinare molti milioni di euro alla Tav, opera faraonica dalla dubbia utilità.

 
Contraddizione resa ancor più ampia dal rapporto dell’Autorità di Vigilanza sui Lavori Pubblici che indica procedure non certo incentrate sul risparmio per quanto riguarda le opere olimpiche (la cui ricaduta economica è stata decisamente iniqua per la gente) e, tanto per cambiare, la Tav, opera la cui spesa è lievitata quasi del doppio laddove già funzionante (con grande incremento economico del general contractor).

 
Allora ci chiediamo se qualcuno non allineato non faccia bene a democrazia e finanze statali. Non credo si risparmi tagliando i quartieri, unico organi vicino ai cittadini, ma rendendoli utili magari tramite la proposta di riforma già redatta nel 2004/05 dai Presidenti coordinati da Eleonora Artesio e, magari non gridando al tradimento verso quei pubblici amministratori che, per quanto concerne la Tav, qualche meditazione se la pongono sull’utilità costi/benefici dell’opera stessa.

Pubblicato in Urbanistica ed edilizia | Nessun commento »

BOLLINO QUALITA’ TELEVISIVA, BUONA IDEA MA CON QUALCHE LACUNA

Scritto da juribossuto.it il 3 luglio 2008

Oggi ho assistito al seminario organizzato dal Corecom che aveva il compito di illustrare il bollino di qualità televisiva. Ritengo l’iniziativa molto interessante, un passo avanti verso una televisione locale commerciale ma anche di servizio pubblico. Legare questo obiettivo ad incentivi economici può essere utile, ma se leghiamo il quadro complessivo in una visione spicca una lacuna che andrebbe al più presto colmata.

 

Quale premessa va detto che il monitoraggio-qualità copre le trasmissioni tv solo fino alle 22,30 e non pone giudizi  sulla qualità anche della pubblicità.

 

Quindi il rischio è quello che magari, in futuro, alcune emittenti che hanno meritato il bollino qualità, possano però trasmettere pubblicità ingannevoli al limite della truffa ai danni dei cittadini e, di notte, spettacoli poco edificanti: un quadro triste che potrebbe danneggiare la serietà dei molti che lavorano con professionalità.

Pubblicato in Senza categoria | Nessun commento »

 

Bad Behavior has blocked 60 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok