CARTA STRACCIA in POLITIKA – Il blog di JURI Bossuto

RIFORMA GELMINI, PIENO SOSTEGNO ALLA MANIFESTAZIONE DEL 4 OTTOBRE – LA PRESIDENTE BRESSO SI IMPEGNI A PARTECIPARE

Scritto da juribossuto.it il 18 settembre 2008

L’assemblea indetta da genitori di alunni ed insegnanti della scuola, che si è svolta ieri sera presso la GAM, ha rappresentato un importante momento, partecipato, di mobilitazione contro una riforma governativa del sistema scolastico che si annuncia quale ennesimo esempio di ritorno alla Restaurazione ottocentesca”.

 

“Il Ministro Gelmini, infatti, sembra determinato nel voler creare una scuola basata su distinzioni di censo e su scelte, educative e pedagogiche, lasciate alla mercé, al libero arbitrio, dei finanziatori privati”. 

“Riportare all’ordine del giorno, della cosiddetta “Riforma”, la cancellazione del tempo pieno unita a prospettive, dichiarate, di trasformazione della suola pubblica in fondazione privata, dove caso per caso si stabiliscono criteri gestionali e tasse di iscrizione, significa il contrario esatto dell’agire nel nome del benessere sociale e culturale del Paese: anzi siamo innanzi ad una proposta di legge che imita modelli ampiamente sperimentati, con pessimi risultati, nei secoli scorsi”.

“Ricordo che la riforma universitaria varata negli anni ’90, e caratterizzata da principi molto simili a quelli al varo oggi per la scuola, ha peggiorato l’offerta di studio, innalzato le tasse di iscrizione, diminuito contemporaneamente cultura e laureati”.

“Al peggio pare non esserci mai fine. Un peggio che deve essere contrastato nel nome del futuro delle giovani generazioni. Credo quindi giusto dare pieno sostegno alla manifestazione indetta a Torino il 4 ottobre prossimo, che vedrà genitori ed insegnanti sfilare insieme per ribadire la critica forte al disegno sciagurato composto dal ministro berlusconiano”.

In allegato il testo dell’ordine del giorno che ho presentato in Consiglio Regionale con il quale chiedo alla Presidente della Regione di partecipare alla manifestazione del 4 ottobre. 

 

OGGETTO: Riforma della Scuola.

 

Premesso che:il Governo, nella veste del Ministro alla Pubblica Istruzione, ha varato un progetto di riforma della scuola pubblica che prevede, tra le altre cose, il ritorno al maestro unico e tagli importanti al personale.

 

Preso atto che:

la proposta di legge governativa considera la possibilità per le scuole di trasformarsi in fondazioni di diritto privato, comprendenti di consigli amministrativi anziché consigli di istituto.

 

Considerato che:

l’ipotesi in oggetto consegna ampi poteri arbitrari ai dirigenti scolastici, autorizzati ad assumere insegnanti fuori graduatoria ed, al contempo, a stabilire i costi di iscrizione nei diversi istituti di appartenenza.

 

Evidenziato che:

il taglio di personale ipotizzato colpirà, secondo alcune stime, 89.000 docenti insieme a 43.000 tecnici, incrementando così sia la precarietà lavorativa nel mondo della scuola che l’incertezza dei percorsi pedagogico culturali degli allievi.

 

Preso ancora atto che:

presto proposte simili investiranno anche il settore universitario e della scuola superiore.

 

 

 

Il Consiglio regionale,
invita la Presidente della Giunta:

 

Ø  a sostenere una posizione di netta e totale contrapposizione al progetto di legge in oggetto, presso la Conferenza Stato-Regioni;

Ø  a partecipare alla manifestazione indetta da genitori ed insegnanti per il prossimo 4 ottobre a Torino. 

 

Lascia un Commento

XHTML: Puoi usare i questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

Bad Behavior has blocked 252 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok