CARTA STRACCIA in POLITIKA – Il blog di JURI Bossuto

Delocalizzazioni selvagge: a quando una legge che impedisca il “prendi i soldi e scappa!”

Scritto da juribossuto.it il 22 febbraio 2009

I lavoratori della Cabind, Chiusa San Michele, hanno ricevuto da poco 78 lettere di licenziamento. Il loro stabilimento viene spostato in Polonia, nazione sull’orlo del crack come parte dell’est Europa, azienda che segue, nelle scelte, l’Olimpias (gruppo Benetton) pronta a trasferirsi, invece, in Tunisia.

L’elenco dell’industria che va via, potrebbe essere lungo così come quello dei lavoratori che di conseguenza si trovano all’improvviso senza lavoro. Migliaia di famiglie espulse da ogni possibilità di sostentamento, nel nome di una globalizzazione a vantaggio solo di alcuni. Infatti non sono stati globalizzati i diritti, ma solo le speculazioni, cosicchè laddove  le garanzie per chi lavora diventano inesistenti vale la pena, nel nome del profitto più che mai senza scrupoli, spostare sedi e macchinari: alla faccia, magari, dei contributi incamerati grazie agli enti locali del paese di origine.

Vi sono frontiere da depredare o tramite l’apertura di sportelli bancari (ed all’improvviso chiusi, come in Ucraina l’Unicredit ed Intesa) o per mezzo del maggior sfruttamento del lavoro altrui. Il tutto grazie all’aiuto di normative che favoriscono il “far west” per alcuni e le ronde, contemporaneamente, per altri.

Da due anni abbiamo depositato in Regione, un progetto di legge che interviene sulla materia delle delocalizzazioni, laddove l’ente ha erogato contributi i sostegno. Una legge semplice: hai preso contributi, allora ti impegni a ripsettare la collettività che te li ha erogati, se invece scappi via l’azienda rimane a noi.

Un testo premiante nei riguardi degli imprenditori seri, che tra l’altro approvano l’iniziativa, e dei territori; al contario punitivo per i pirateschi speculatori. Un testo che giace nella commissine, che presiedo, poichè ad alcuni assessori non piace a causa del tentativo di regia pubblica sull’economia che, il testo di legge, porta con se.

Chissà quando una certa sinistra riaprirà i propri occhi sulla realtà che la circonda?

Lascia un Commento

XHTML: Puoi usare i questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

Bad Behavior has blocked 32 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok