CARTA STRACCIA – Il blog di Juri Bossuto

Castello di Rorà: cadono gli alberi in ciò che resta del Grinzane.

Nel 2007 si era previsto di effettuare la riqualificazione dell’Antico Parco e dei Giardini del Castello di Rorà nell’ambito progettuale di alto profilo (proposta dall’Associazione Premio Grinzane Cavour, in collaborazione con la Regione Piemonte) con l’inserimento di una grande opera di arte contemporanea nell’ex giardino del Castello. Il 1° giugno di quest’anno il Comune di Costigliole d’Asti scrive alla Presidenza del Consiglio al fine di chiedere utilizzo fondi IRPEF per eseguire i lavori, evidenziando il nulla osta ricevuto dall’Assessorato regionale alla Cultura.

In occasione dell’iniziativa “Puliamo il Mondo” (25 settembre 2009) il Comune  di Castigliole aveva fornito rassicurazioni circa il fatto che – durante l’attività di manutenzione relativa all’oggetto – non si sarebbe abbattuta alcuna essenza arborea, mitigando così il progetto originario.L’Ufficio Tecnico Comunale aveva però autorizzato il 17/9 la ditta Mondo snc a iniziare i lavori di riqualificazione in oggetto, tali attività hanno compreso l’abbattimento di molte piante.Infine, stante la lettera Prot. 8988 del 14.12.2007, redatta dal Comune stesso, dove si diceva che “ … i lavori di scavo per la realizzazione di tali interventi (di un locale tecnico e di un percorso interrati …) dovranno avere luogo con assistenza archeologica continua da parte di operatori specializzati …”

Per questi motivi si interroga la Giunta Regionale per sapere:

-      se, malgrado la situazione economica in cui versa l’Associazione Premio Grinzane Cavour, vi siano state rassicurazioni da parte della Regione Piemonte circa la completa realizzazione del progetto originario;

-      nel caso invece in cui il Comune di Costigliole non abbia previsto la completa realizzazione del progetto originario, per quali ragioni lo stesso ritenga apparentemente destituiti di fondamento i pareri espressi dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici del Piemonte e dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici del Piemonte e del Museo Antichità Egizie (poiché si riferivano espressamente alla posa dell’opera “Labyrinth&Pleausure, dell’artista belga Jan Vercruysse – che “giustificava” l’eliminazione della piante);

-      se la Giunta Regionale era a conoscenza della previsione di abbattimento delle numerose piante presso i giardini del Castello di Rorà;

-      se la stessa Giunta sia a conoscenza che tra gli alberi abbattuti vi fossero essenze di particolare pregio;

-      chi sia il tecnico individuato - per l’assistenza archeologica continua -, come previsto dalla nota citata in premessa. 

1 Novembre 2009 - Scritto da juribossuto.it | Carta straccia: appunti vari | , | 1 commento

1 commento »

  1. Pingback di Rorà : informations, photos, carte, vue satellite | 31 Dicembre 2009

    […] VisoPignerolRistolasSaluzzoAbrièsAlpes cottiennesCol AgnelSaint-Véran Liens connexes : Castello di Rorà: cadono gli alberi in ciò che resta del Grinzane.Nel 2007 si era previsto di effettuare la riqualificazione dell’Antico Parco e dei Giardini del […]

Lascia un commento

Bad Behavior has blocked 55 access attempts in the last 7 days.