CARTA STRACCIA in POLITIKA – Il blog di JURI Bossuto

Archivi per gennaio, 2010

L’Osservatorio Tecnico di Virano ha un difettino: non ha fondamento giuridico.

Scritto da juribossuto.it il 28 gennaio 2010

L’Osservatorio tecnico di Virano pare che abbia cambiato decisamente composizione e finalità, non aderendo più in alcun modo al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri varato il 1°marzo 2006. 

Malgrado questo il presidente Virano pare si appresti a raccogliere adesioni di sindaci e tecnici per poter recare a Roma, nelle prossime ore, un regalo di Natale fuori tempo: ossia il via libero alla progettazione vera e propria. 

Tale velocità nell’agire insospettisce in merito alle procedure, ed alle scelte, a cui oramai ci abitua la vicenda Torino Lione: atti avviati nella notte, le trivellazioni, e decisione prese in prassi inventate di minuto in minuto. 

La stessa scelta riguardante tecnici e loro indennità non pare derivare né da atti formali regionali e, tanto meno, da atti ad evidenza pubblica. 

Di questa affermazioni chiedo conferma alla Giunta regionale, poiché vorrei essere rassicurato sul non trovarmi di nuovo innanzi ad atti, provenienti dal fronte Si Tav, che di nuovo presentino le caratteristiche per essere definiti “pericolose Tav-Anate” .       

Pubblicato in No Tav e trasporti | 1 Commento »

Dipendenti Aviapatner: profondamente deluso per assenza Regione.

Scritto da juribossuto.it il 28 gennaio 2010

“Sono profondamente deluso – dice Juri Bossuto, Consigliere Regionale del PRC Piemonte - per come si è chiusa la verifica svolta oggi in Prefettura in merito alla cassa integrazione, e prossimo licenziamento, dei 24 dipendenti di Aviapartner aeroporto di Caselle.

Sia in comune a Torino, che in Regione è stata votata una mozione che prevede il reintegro dei lavoratori in conseguenza ai grandi investimenti pubblici che si dirottavano sullo scalo torinese.

Il mandato, diretto alle giunte, era chiaro, ma non è stato assolutamente perseguito. Non è questa una vicenda da lasciare solo agli ammortizzatori sociali, tra l’altro il settore era presente alla riunione in cui spiccava però l’assenza di chi doveva proporre un rilancio del lavoro e non del solo welfare, ma va presa in carico da chi può e deve intervenire per dare seguito al volere del Consiglio Regionale.

Francamente mi sconcerta tanto disinteresse in merito, a cui però corrisponde un interesse a tutto piano esclusivamente per la TAV. Credo sia questo il segnale della necessità di uscire dagli slogan utopistici per tornare ad occuparsi dei problemi reali.

Con un po’ meno fiducia di ieri, attendo risposte ed azioni congrue alla gravità della situazione, che non si limitino a dire ai lavoratori, assunti a tempo indeterminato, di accettare l’ingresso in una cooperativa di servizi.

  

 

Pubblicato in Lavoro | Nessun commento »

Tav: è pronta per la pubblicazione l’ennesima pagina buia della storia italiana.

Scritto da juribossuto.it il 25 gennaio 2010

Nulla a che vedere i numeri, e le motivazioni, di coloro che hanno partecipato al Lingotto oggi, con i 40.000 reali di ieri a Susa. 

Se quella di ieri era una minoranza, a detta di Chiamparino, oggi allora abbiamo assistito al ritrovo di una piccolissima parte di piemontesi, tra cui molti “interessati” all’opera:  alcuni pare motivati da incentivi economici elargiti dai propri datori di lavoro, in questo, se confermato, si vede che Berlusconi ha fatto scuola anche nel PD. 

Soldi, sponsor, comode e calde sale hanno partorito un topolino, molto lontano dal logo coniato da Esposito & C. per celebrare l’occasione. 

Ritengo molto grave che le Istituzioni pubbliche alzino il tono dello scontro sino a dare di fatto  legittimazione a chi di notte incendia i presidi No Tav, ultimo quello di Borgone su cui si indaga, dove nei paraggi sono comparse scritte Si Tav, ed al contempo a chi censura le scritte No Tav sui monti simbolo della Valle stessa (atto rivendicato da Giovine Italia, ex Fronte,  molto lontana dagli ideali liberali di Mazzini).

Pare chiaro l’intento di aprire un nuovo clima di tensione, intento aiutato da chi dovrebbe amministrare la cosa pubblica anziché indossare i panni del grande imprenditore. 

Virano ha preso parte ai lavori del Lingotto, abbandonando così definitivamente quel poco che gli era rimasto addosso di panni super partes: l’Europa, ricordo che ieri manifestazione analoghe a Susa si sono svolte in Francia e Spagna, conosca le cronache di queste ultime due giornate prima di elargire alla Tav anche solo un centesimo.        

  

Pubblicato in No Tav e trasporti | Nessun commento »

Phonmedia: oltre il danno la beffa?

Scritto da juribossuto.it il 21 gennaio 2010

Secondo quanto deciso dal Consiglio regionale, la Regione potrà anticipare il salario ai lavoratori in organico ad aziende in grave crisi e di conseguenza privi di stipendio da mesi. 

Questa operazione si basa su una certificazione del datore di lavoro, in seguito alla quale il sistema bancario convenzionato anticipa,lo stipendio sotto forma di prestito garantito, e coperto negli interessi, dalla Regione medesima. 

Alcuni lavoratori non hanno modo di rintracciare il proprio datore di lavoro al fine di certificare l’anticipo di stipendio stesso, ed inoltre dovranno a febbraio già rimborsare prestiti aperti tramite altri enti locali, come ad esempio i lavoratori Phonemedia, mentre tra dodici mesi sarà loro dovere rimborsare anche l’anticipo.

Per questi motivi Il Consiglio regionale,invita la Giunta a individuare, tramite i mezzi dispositivi, regolamentari, giuridici a propria disposizione, un metodo di erogazione ed anticipazione dei salari che tenga conto di questi aspetti. Ed inoltre la Regione dovrebbe assumersi il mutuo in caso di impossibilità di onorare il debito verso il sistema bancario da parte dei lavoratori e deve definire urgentemente la proroga dei termini per la restituzione agli Istituti bancari per quei lavoratori che, allo scadere dei 12 mesi previsti dalla normativa, non fossero in condizioni di provvedere a causa del mancata erogazione delle spettanze.

Pubblicato in Lavoro | Nessun commento »

Osservatorio: troppe tav-anate, oggi caduta la maschera.

Scritto da juribossuto.it il 20 gennaio 2010

La giornata di oggi, contraddistinta dalle due cariche di polizia, unite alla mancata comunicazione dei sindaci in merito ai sondaggi in corso, rivela come tutta l’operazione, rivestita ufficialmente da un tono di condivisione e trasparenza da parte del’Osservatorio e di chi ha interesse a fare l’opera, dimostra la vera essenza: azione dai caratteri fortemente repressivi ed alquanto irresponsabili.

L’Osservatorio smette definitivamente i panni di tecnico super partes e indossa quelli di apparato repressivo. Non crediamo davvero più alle “tav-anate” di Virano. Sempre più torna il clima del 2005, ma altrettanto forte torna la risposta di una comunità più cha mai unita. Ci attiveremo per far arrivare anche in Europa la voce che l’opera non è condivisa.

 

 

Pubblicato in No Tav e trasporti | Nessun commento »

L’incendio doloso di Bruzolo deve fare riflettere le forze politiche pro Tav!

Scritto da juribossuto.it il 17 gennaio 2010

Ritengo molto grave ciò che è accaduto a Bruzolo. L’incendio, doloso, applicato al presidio No Tav in Valle Susa, su cui sono in corso le indagini, bene evidenzia i frutti creati da di chi, da anni, sostiene l’opera indicando nel Movimento la sintesi di tutti i mali possibili ed immaginabili: un clima di odio preparato a tavolino in modo irresponsabile. 

E’ sempre più chiaro che la Tav attira grandi golosità di profitto e malaffare di cui assistiamo le conseguenze intimidatorie: l’incendio del presidio di Bruzolo sembra avere tutte le caratteristiche di un chiaro avvertimento di stampo mafioso. 

Di fronte ad atti di questo genere è dovere delle forze democratiche prendere posizione a difesa della popolazione, dei lavoratori, del territorio, del Movimento No Tav stesso e delle imprese sane che non dalla Tav, ma da una seria politica industriale attendono segnali. 

Dispiace che la Chiesa, che prima annuncia (così come dovrebbe fare) di stare fuori dalle contese, si dichiara poi (tramite il Cardinal Paletto) a favore della Tav, non vedendo i gravi pericoli, per le persone ed i territori, che nel nome dell’Alta Velocità si affacciano sulla nostra Regione.

Per questo0 aderisco alla fiaccolata prevista a Bruzolo questa sera, invitando le forza politiche tutte a meditare su cosa rischiano di avallare con le loro scelte speculative.

Pubblicato in No Tav e trasporti | Nessun commento »

La verità si tocca con mano in Valle!

Scritto da juribossuto.it il 14 gennaio 2010

“La lettura che la politica dà in merito alla vittoria riportata tramite le trivelle – dice Juri Bossuto, Consigliere Regionale del PRC - è una lettura di comodo ed intrisa di ideologismo sino al punto di non voler vedere la verità della situazione in valle”.

  “Ricordiamo le varie camminate No Tav che si sono susseguite da settembre ad oggi sempre partecipatissime, la grande assemblea popolare di Bussoleno di sabato 9 e il frequente turn-over di presenze al presidio, notturno, feriale e gelido, di Susa. Tutto questo è miracoloso se pensiamo alla fase di riorganizzazione che attraversa il movimento”. 

“Non voglio mettere ansia a chi ha sposato interessi che accompagnano la Tav , ma temo per loro che l’apparente vittoria delle trivelle possa frantumarsi presto nel caso di ulteriori e insensate sfide alla comunità”. “Vedremo se chi ha soldi, potere e grande visibilità potrà risolvere a suo modo in maniera definitiva la vicenda tramite l’ormai famoso modello “marcia del 40mila” (che in realtà non erano più di 15mila)”. 

“Per ora rimane una spesa di parecchi milioni di Euro a fronte di alcune “carote”: il tutto a danno di una collettività sempre più defraudata di soldi e futuro”.

Pubblicato in No Tav e trasporti | Nessun commento »

Gatti liberi, politici non sempre!

Scritto da juribossuto.it il 14 gennaio 2010

Una ricerca del settimanale inglese New Scientist, incentrata su chi sia migliore tra cane e gatto  si è conclusa con un sostanziale pareggio. Il confrointo era su undici categorie, tra cui spicca quella “cervello”: i neuroni della corteccia felina sono quasi al doppio della controparte canina, ossia 300 milioni anziché 160. Il cani comunque vince nelle categorie “comprensione”, “creatività” ed “addestrabilità”.

 Probabilmente è vero: i neuroni in più che possiede il gatto sono utili alla sua indipendenza.

La libertà richiede di certo più neuroni che l’obbedienza.   

Pubblicato in Carta straccia: appunti vari | Nessun commento »

EVVIVA LA FORZA DEL MOVIMENTO DEI VALSUSINI!

Scritto da juribossuto.it il 13 gennaio 2010

EVVIVA LA FORZA DEL MOVIMENTO DEI VALSUSINI –
A NULLA VARRÀ LA RIPROPOSIZIONE DEL MODELLO “MARCIA DEI 40MILA” LANCIATO DA CHIAMPARINO

Il Consigliere Regionale del Prc Juri Bossuto ha partecipato questa notte, con altri componenti del partito, al presidio NO Tav di Susa
“Il movimento dei valsusini – dice Juri Bossuto, Consigliere Regionale del PRC - ha dimostrato oggi, a chiunque riteneva di essere riuscito a spezzarlo in due o più tronconi, la reale compattezza e forza”.
“Ancora una volta, come cinque anni fa, si è ripetuta la pacifica, civile e responsabile resistenza di centinaia di persone - giovani e anziani - che hanno impedito l’avvio dei lavori dell’Alta Velocità. Cinque anni fa gli stessi, sfidando freddo e fatica, hanno dimostrato l’assurdità del tracciato originario della Tav, facendo così risparmiare moltissimi soldi ai piemontesi.
“Oggi sono convinto che lo stesso sacrificio farà meditare molti sull’assoluta inutilità, salvo prova contraria che ancora attendo, dell’opera. A nulla varrà la riproposizione della marcia dei 40mila proposta dal Sindaco di Torino. Chiamparino sembra avere memoria corta perché ripropone un meccanismo che tutta la sinistra, quindi forse lui compreso, a distanza di 30 anni paga ancora”.
“La nuova sperata marcia dei 40mila che curiosamente vedrà mescolarsi bandiere PD e PDL servirà solo a gettare la maschera su un sistema politico sempre più omologato ed inquietante”.

Pubblicato in No Tav e trasporti | Nessun commento »

Valsusini esempio di partecipazione e organizzazione in un contesto di totale mancanza di democrazia!

Scritto da juribossuto.it il 11 gennaio 2010

“Esprimo soddisfazione – dice Juri Bossuto, Consigliere Regionale PRC, presente a Susa - per le tante persone che hanno partecipato oggi al nuovo presidio No Tav di Susa. Una partecipazione importante perché svoltasi in un periodo molto brutto in cui pare essere scomparsa la parola democrazia nei due più grandi partiti politici”.

“L’esempio che i valsusini danno di partecipazione e organizzazione – continua il consigliere - ricorda sempre più la vicenda legata alla repubblica di Domodossola e gli anni bui del fascismo. Fascismo inteso come mancanza di democrazia, che oggi porta non più la camicia nera, ma l’imposizione di grandi opere, spesso moralmente discutibili, attorno a cui si creano addirittura le coalizioni politiche.

“Mi auguro – conclude Bossuto - che i sinceri democratici, ovunque collocati, meditino profondamente su ciò che le lobby di interesse stanno creando in questo paese”.

Susa, 9 Gennaio 2009

Pubblicato in No Tav e trasporti | Nessun commento »

 

Bad Behavior has blocked 60 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok