CARTA STRACCIA in POLITIKA – Il blog di JURI Bossuto

Archivi per febbraio, 2010

UN’IDEA: SMETTERLA CON I CAROTAGGI E TRASFERIRE IL PREFETTO IN ALTRO CAPOLUOGO!

Scritto da juribossuto.it il 23 febbraio 2010

C’è da rimanere basiti ancora una volta di fronte all’apparente cecità di chi dovrebbe garantire il rispetto dei territori e delle persone nel nome dello Stato.

La scelta annunciata dal Prefetto di proseguire nella fase dei sondaggi, pare la classica scelta fatta a tavolino da chi non conosce o meglio non vuol conoscere gli avvenimenti del territorio.

Continuare nell’opera in un momento delicato di campagna elettorale ed ancor più dopo la repressione di ogni opinione che si è tradotta nel ricovero ospedaliero di due manifestanti feriti pesantemente, sembra azione più affine ad alimentare una sorta di strategia delle tensione che un’opzione lucida da parte di chi gestisce il nostro stato.

Ci auguriamo che i fautori delle tante linee dure a Torino, città in profonda crisi che avrebbe bisogno di dialogo e confronto, vengano presto trasferiti in luoghi dove possano meglio attuare i loro intenti bellicosi.

Pubblicato in No Tav e trasporti | Nessun commento »

LYRI: ancora una volta la proprietà è cinica.

Scritto da juribossuto.it il 23 febbraio 2010

Innanzi all’ennesima sciagura industriale riguardante la nostra provincia, ossia la vicenda Lyri di Nichelino, auspichiamo che la Giunta regionale possa addivenire ad una soluzione che salvaguardi i lavoratori, i lori diritti e i territori coinvolti.

Ci amareggia scoprire dai media che le rassicurazioni pervenuteci - in seguito ad una nostra interrogazione - nei riguardi del futuro dei dipendenti stessi, vengano smentite dagli annunci di una proprietà assolutamente cinica nel decretare la cassa integrazione dei lavoratori oppure il costringerli a trasferte di 140 km quotidiani per recarsi dall’attuale loro sede di Nichelino a quella, per ora solo annunciata, di Pont Canavese.

Ancora una volta imprenditori faciloni mettono a rischio il futuro di lavoratori.

Pubblicato in Lavoro | Nessun commento »

Le lobby comandano sui politici ed in Valle torna la repressione!

Scritto da juribossuto.it il 18 febbraio 2010

“E’ preoccupante rivedere immagini – dice Juri Bossuto, Consigliere Regionale del PRC, presente ieri sera in Valle - che riportano un pezzo importante del nostro territorio ad un clima di militarizzazione di cui sono già state vittime due nostri concittadini. Il pensiero va sia al giovane Simone che alla signora valsusina che dovrà subire un delicato intervento al volto”.

“Ricordo che il vero pericolo per la democrazia non è esprimere la contrapposizione ad un’opera inutile e dispendiosa, ma negare costantemente il sacro diritto di rappresentanza a chi critica, dati alla mano, il frutto di una lobby così potente da piegare al suo volere anche molti nostri politici locali. Tra questi i deputati Stefano Esposito e Mimmo Portas che dal caldo delle loro poltrone romane sentenziano ed accusano senza conoscere nulla di ciò che è avvenuto”.

“Da quello che dicono è chiaro che Esposito e Portas non si recano in Valle da anni, al punto da  non aver mai avuto consapevolezza della tante manifestazioni che hanno raccolto intorno alla bandiere No Tav migliaia e migliaia di cittadini”.

“Ricordo ancora che l’atto grave per la democrazia è non avere la possibilità di individuare tra le forze dell’ordine coloro che violano il loro giuramento verso la Costituzione menando fendenti che spesso cadono su persone innocenti e indifese”.

“L’ultimo paradosso è che lo Stato in Val Susa è rappresentato solo da quei cittadini e amministratori che si pongono a difesa del bene pubblico, opponendosi a uno sperpero di risorse quale è la Tav ”.

 

Pubblicato in No Tav e trasporti | Nessun commento »

Solidarietà a Laura Orsucci.

Scritto da juribossuto.it il 17 febbraio 2010

Esprimiamo vera preoccupazione per il grave atto intimidatorio che ha colpito la nostra compagna consigliera di Gassino Laura Orsucci.
Oltre alla nostra solidarietà il pensiero va subito alla similitudine tra la tipologia di attentato di cui è stata vittima e ciò che è avvenuto nei presidi valsusini.
L’impressione è che di questi tempi amministratori e cittadini schierati contro le faraoniche grandi opere siano soggetti a attacchi che non esito a definire di intimidazione  di stampo mafioso.
Richiamo la politica alla responsabilità del momento in cui valgano le scelte migliori per la collettività che dovrebbero, ricordo, essere al riparo da pressioni lobbistiche e interessi speculativi.

Pubblicato in Diritti | Nessun commento »

119 TELECOM ITALIA: ENNESIMO DRAMMA DI DELOCALIZZAZIONE.

Scritto da juribossuto.it il 17 febbraio 2010

“Lo sciopero che ha interessato il 119 di Telecom Italia – dice Juri Bossuto, Consigliere regionale del PRC - è nient’altro che l’ennesima conferma di quanto ormai sia diventato grave il fenomeno delle delocalizzazioni  d’impresa. I dipendenti Telecom stanno vivendo fasi drammatiche, toccate prima di loro da moti operai dell’industria e dipendenti di grandi banche quali san Paolo e Unicredit”.

“Nel dramma, apprendiamo con soddisfazione delle dichiarazioni rilasciate dall’Assessore Bairati che si dice preoccupato e pronto a intervenire sul fenomeno. Innanzi a questi intenti da Giano bifronte (doppia faccia di chi in campagna elettorale promette e da assessore non ha mai dato seguito agli intenti annunciati), è bene che si sappia che lo stesso assessore e il suo partito di riferimento (insieme al centro-destra) ha da poco bocciato una nostra proposta di legge che  poteva davvero dare una mano per porre fine al drammatico fenomeno delle delocalizzazioni”.

“Chiediamo a tutti coerenza e di evitare annunci elettorali che si infrangono regolarmente nelle scelte concrete fatte dagli stessi in questi anni”.

Pubblicato in Lavoro | Nessun commento »

Nuovi arresti tra politici:le candidature per le regionali siano dettate da spirito di servizio e non da interessi privati.

Scritto da juribossuto.it il 12 febbraio 2010

“L’arresto del Presidente della Provincia di Vercelli Masoero del Pdl – dice Juri Bossuto, Consigliere Regionale del PRC - getta l’ennesima ombra sulla grave connessione tra affari e politica”.

“Sarebbe tempo – continua il consigliere - che le lobby economiche venissero tenute a doverosa distanza dalle istituzioni e le loro rappresentanze popolari. Il vercellese conosce bene l’invadenza di alcune azioni imprenditoriali che ricadono da tempo sul territorio, tra queste le tante cave della Valledora e la Tav di cui Masoero è stato primo sostenitore”.

“In attesa che la giustizia faccia chiarezza – conclude Bossuto - lanciamo l’appello a tutte le forze politiche al fine che le candidature alle prossime elezioni regionali siano dettati da principi di servizio pubblico e non da interessi privati. Ci auguriamo anche, vista la gravità delle accuse, che la destra abbia la decenza di non candidare il presidente provinciale inquisito”.

 

 

 

Pubblicato in Carta straccia: appunti vari | Nessun commento »

Democrazia non significa sdoganare le nostalgie fasciste!

Scritto da juribossuto.it il 9 febbraio 2010

“A Torino la fiaccolata di una quarantina di militanti di Casa Pound ha dimostrato come la scelta squisitamente politica - purtroppo sostenuta anche dai DS dell’epoca oggi PD – di commemorare le foibe il 10 febbraio è stata un’operazione storicamente debole. Poiché non solo non ha approfondito che cosa sono state realmente le foibe (dentro vi sono finite le varie componenti politiche incluse quelle comuniste), ma ha dato al contempo l’alibi a gruppi neo-fascisti di avere una giornata dedicata a loro in cui poter scendere in piazza con i loro vessilli indisturbati”.

“Esprimo quindi profonda preoccupazione per la seppur piccola fiaccolata tenutasi in Piazza Cirene a Torino, preoccupazione ancor più rafforzata dalla presenza tra le file di militanti di estrema destra di oggetti offensivi e contendenti”.

“Democrazia non credo certo significhi sdoganare le nostalgie fasciste dalla sconfitta in cui la Resistenza le mise.  

Pubblicato in Carta straccia: appunti vari | 2 Commenti »

Banca Italia svende tra sprechi e incuranza verso il destino delle attività commerciali.

Scritto da juribossuto.it il 3 febbraio 2010

 Gentile ed Illustrissimo Presidente,Gentile Governatore, 

con la presente è mia intenzione segnalare alla Vostra attenzione il mio personale disagio nell’osservare le scelte, gestionali, attuate da Banca Italia Torino. La medesima ha sede in via Arsenale, in un palazzo storico che, in passato, era anche residenza di affittuari, parti contrattuali con Banca d’Italia, privati e commerciali. Lentamente Banca d’Italia non ha rinnovato i contratti di locazione e l’edificio si è lentamente svuotato riducendosi ad ospitare, oltre la Banca, due attività commerciali a cui è già stata comunicata l’intenzione di non rinnovare il patto, giungendo in un caso al proprio e vero sfratto esecutivo. 

La piccola impresa sfrattata è un bar, la cui licenza è stata acquisita da non molto tempo dalla famiglia che lo conduce, la quale è sull’orlo della disperazione in seguito alla cessata attività forzata verso cui va incontro. In tempi di grave crisi economica, come gli attuali, ritengo paradossale che Banca d’Italia crei altri tre disoccupati almeno, così come è assurda la collocazione di un ponteggio a ridosso della facciata aulica del palazzo che da quattro anni ne caratterizza i contorni: ponteggio elevato a causa di un tema architettonico pericolante il cui costo di messa in sicurezza, probabilmente, era minore del noleggio dei tubi in ferro medesimi.

Il tutto sembra sempre più un grande spreco di risorse pubbliche: alloggi ed esercizi vuoti da anni con il mancato introito conseguente, si sommano al costo del ponteggio stesso. Suggerirei, con umiltà, che sarebbe cosa opportuna evitare gli ultimi sfratti almeno sino all’alienazione effettiva dello stabile: un piccolo gesto di umanità ed intelligenza in mezzo a tanti atti incomprensibili e, ritengo, opposti al concetto di chi amministra da “Buon padre di famiglia” i beni pubblici. 

Ringrazio per l’attenzione prestata a questa mia e, con l’occasione, porgo i più cordiali saluti.     

 

Pubblicato in Diritti | Nessun commento »

 

Bad Behavior has blocked 59 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok