CARTA STRACCIA in POLITIKA – Il blog di JURI Bossuto

Chiomonte: alla politica irresponsabile vengano addebitati tutti i feriti, di ambo le parti.

Scritto da juribossuto.it il 3 luglio 2011

   Chissà se oggi qualcuno si chiederà cosa spinge tutte quelle persone, quei cittadini,  a percorrere a piedi e sotto il sole le strade della Valle di Susa. Chissà se qualcuno oggi si chiederà il senso nel destinare le forze di polizia ad un compito di sorveglianza ad un cantiere di un’opera privata. Chissà se qualcuno oggi si chiederà cosa ha drammaticamente comportato l’invocare l’uso della forza per aprire il cantiere a tutti i costi.

    Oggi cittadini hanno letteralmente combattuto contro altri cittadini: la politica, una certa politica, ha una responsabilità tremenda in merito, ed a questa andrebbero addebitati i feriti di ambo le parti. Un addebito legato alla colpa grave di chi intende l’azione di governo come atto di enunciazione e minaccia: un’azione che nulla ha che fare con gli interessi della collettività e che ricade sia su coloro che vengono chiamati a fare eseguire tali scelte, sia su chi si contrappone alle medesime.

    In contrasto alle decisioni elaborate a tavolino dai soliti oligarchi, decine di migliaia di persone oggi hanno invaso le strade che circondano Chiomonte in Valle Susa. Un corteo colorato, bello, ed affollatissimo che ha percorso decine di chilometri per ribadire il dissenso all’opera ferroviaria, ad Alta Velocità, Torino Lione.

     Un grande corteo non determinato da strane patologie psicologiche di chiusura verso il mondo, ma al contrario animato dalla volontà di poter ribadire l’avversione a quello che si presenta come uno spreco di soldi e territorio senza pari.

    Non è un caso la decisione portoghese di azzerare il proprio ingresso nel corridoio 5 poiché in crisi prioritarie diventano altri servizi ed investimenti, così come è incompatibile con l’essere dei nostri trasporti ferroviari quotidiani, e le casse statali, l’impegno sulla grande opera TAV ribadito da gran parte della classe politica.

    La differenza è che alcuni governi guardano, seppur parzialmente, al popolo che governano, invece altri solo al potere delle lobbies.

 

Lascia un Commento

XHTML: Puoi usare i questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

Bad Behavior has blocked 264 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok