CARTA STRACCIA in POLITIKA – Il blog di JURI Bossuto

Archivi per febbraio, 2012

Privatizzazioni: ora tocca ai nidi di Torino.

Scritto da juribossuto.it il 14 febbraio 2012

Siamo vicini ai lavoratori precari dei nidi e delle materne che hanno manifestato oggi davanti all’ingresso del comune di Torino. Le educatrici, vestite da fantasma, hanno voluto evidenziare la loro inesistenza agli occhi di Sindaco e giunta, seppur fisicamente impegnate tutti i giorni in un servizio pubblico essenziale, qual è quello alla prima infanzia.

In questi giorni l’assenza per malattia di alcune educatrici, assunte a tempo indeterminato, ha fatto scattare un’emergenza derivante dal mancato rapporto legale tra il numero di bambini ed educatrici stesse. Parte dei media, e del mondo politico, ha approfittato di questo per accelerare il percorso di affidamento del servizio emergenziale a soggetti privati esterni.

Una ricetta in realtà non obbligatoria e neppure dettata da presunte volontà ineluttabili. Esternalizzare le supplenze non è altro che il primo passo verso la privatizzazione dei nidi: un passo che vede quale prima vittima proprio l’infanzia torinese, oltre a quelle lavoratrici che, per anni, hanno sopperito ai buchi di organico che il comune  non riusciva a colmare in altro modo.

Affidare a terzi un servizio pubblico, un bene comune qual è quello degli asili nidi e scuole materne, non vuol dire fare risparmiare l’Amministrazione pubblica ma solo abbattere la remunerazione del personale ancor più precario.

Noi chiediamo a questo comune un’azione di coraggio. Far si che la scelta di violare il patto di stabilità per garantire il pagamento delle forniture alle aziende private, non cada sulla testa delle lavoratrici e dei lavoratori. Chiediamo il coraggio di mantenere pubblica la gestione di nidi e materne ed inoltre la stabilizzazione dei precari che, sino ad oggi, hanno spesso garantito la continuità del servizio. Altri comuni lo hanno fatto, come Firenze, anche sulla base di calcoli economici che ritraggono l’assenza di risparmi reali nel costo globale di un servizio esternalizzato.

I fondi per stabilizzare i precari ci sono, occorre solo non destinarli ad eventuali clientele o scelte utili solo al super ego di chi le propone.

Ezio LOCATELLI Segretario Provincia Torino PRC

Juri BOSSUTO  Responsabile provinciale Lavoro PRC

Pubblicato in Lavoro | Nessun commento »

 

Bad Behavior has blocked 54 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok