CARTA STRACCIA in POLITIKA – Il blog di JURI Bossuto

Archivi per aprile, 2016

Tra esteri e Torino si chiude Torinow e Carta Straccia, a presto…..

Scritto da juribossuto.it il 19 aprile 2016

PRATICAMENTE CARTA STRACCIA

(12 APRILE 2016)

19ma RASSEGNA stampa (Indipendente) di “Praticamente

(Torinow - canale 18 e 199).

Le notizie commentate martedì sera sono state tantissime. Alcune le ripresentiamo qui, in una breve sintesi che racchiude quelle più “incredibili” e stracciate

Ultima puntata della nostra rassegna indipendente. Il 12 aprile sì e infatti conclusa l’esperienza televisiva di Carta Straccia che tenterà di proseguire tramite questo blog.

Quest’ultima rassegna televisiva è molto incentrata ancora volta sugli Esteri. La prima notizia ci viene dettata da La Stampa e ancora una volta riguarda muri e blocco dei migranti: “Al confine bulgaro turco parte la caccia al migrante: qui non entra nessuno. Gruppi auto organizzati si muovono nei boschi e le tv li seguono e li esaltano come eroi nazionali”. Il leader di queste milizie civili di cacciatori di migranti si chiama Dinco Valev, fotografato in posa con un fucile davanti ad alcuni carri. Così mentre il mondo crolla qualcuno inizia da mettere proprie colpe. Ancora un articolo a firma Paolo Mastrolilli: “Il mea culpa di Barack Obama. Non pianificare il post Gheddafi è stato il più grande errore”. Mea culpa tardivi che ricadono su un fiume di sangue.

Anche i big soffrono ed ammettono le proprie colpe. Tra le sofferenze riportiamo quella inenarrabile di Cameron, raccontata da La Stampa: “Cameron, nessuna evasione fiscale arricchirsi non può essere una colpa. Aspirazione, creazione della ricchezza non sono parole sporche. Milioni di britannici hanno investimenti in fondi esteri”. Un vero Robin Hood al contrario che lotta per i ricchi, compreso se stesso. Affermazioni molto lontane da quelle che declama Sanders definito dallo scrittore americano Tom Wolfe: “Radical ma non chic, per questo Sanders è così popolare”. Ma di Sanders purtroppo non ce ne sono molti in questo mondo dilaniato da guerre e da un pesante ritorno al passato.

Tre le tante spicca un’intervista apparsa su Il Corriere della Sera. Le domande dell’inviato a Parigi sono rivolte alla Ministra della famiglia francese, la socialista Laurence Rossignol: “Il velo, la chirurgia, la magrezza ma siamo davvero donne libere? La ministra francese che paragonò la scelta di coprirsi ai neri pro schiavismo”.

Una breve notizia da Torino stupisce tutti quanti noi, al limite di ritenerla quasi elettorale: “La città più innovativa è Torino, seconda in Europa e meglio di Parigi e Milano. Apprezzata la rete della Smart City, la prima è Amsterdam”.

Infine una notizia dalla pagina culturale: “Il gallo dei ladri di api. Caccia con GPS e satellitari. Furti in tutta Italia, in un caso sparite 17 arnie con un milione di insetti”. Il costo di un’arnia può raggiungere i € 4000

E’ davvero tutto. Speriamo di vederci presto con Carta Straccia in forma televisiva oppure soltanto sul blog, ma non perdiamoci di vista.

Per questa settimana è tutto (o quasi), Torinow non esiste più poiché trasformatasi in Top JPlanet (monotematica Juventus).

ARRIVEDERCI SUL BLOG. Un ringraziamento va a Massimo Tadorni, a Torinow, alla redazione giornalistica ed ai tecnici per questi anni andati in onda. Un saluto a Diego Drake Giacobbi (esperto in telefilm), ed allo studio di PRATICAMENTE. Un abbraccio a voi tutti che mi avete letto.

A PRESTO

Pubblicato in Senza categoria | Nessun commento »

Damasco, Parigi, Livorno e Polonia: le notizie della penultima puntata…

Scritto da juribossuto.it il 12 aprile 2016

PRATICAMENTE CARTA STRACCIA

(5 APRILE 2016)

18ma RASSEGNA stampa (Indipendente) di “Praticamente

(Torinow - canale 18 e 199).

Le notizie commentate martedì sera sono state tantissime. Alcune le ripresentiamo qui, in una breve sintesi che racchiude quelle più “incredibili” e stracciate

Siamo così giunti alla penultima puntata, assoluta, di Carta Straccia: le notizie più stracciate della settimana (in onda su Torinow). In questa preziosa penultima puntata dedicheremo molto spazio soprattutto notizie dall’estero.

Un reportage molto interessante è stato pubblicato da La Stampa di lunedì 4 aprile, il titolo è anche la sua sintesi: “La rinascita di Damasco. L’Europa non ci ha difeso. La comunità cristiana torna con Assad: lui ci protegge. La capitale riprende a vivere grazie ad un mese di tregua”. L’articolo, a firma di Giordano Stabile, narra di una Damasco piena di giovani e ragazze senza velo, di gonne corte e di aperitivi nonché di protezione sociale: elementi che l’Occidente ha deciso, qualche anno fa, di stracciare armando l’Isis.

Occidente che continua a commettere errori anche in Francia, dove Hollande, tramite il suo governo, ha varato da poco una legge simile al Job Act di renziana memoria. Pubblica La Repubblica: “Noi, ultimo baluardo. Hollande schierato con le aziende”. Il reportage, inviato da Parigi, narra di una città animata da gruppi di giovani e di militanti sindacali che rifiutano con forza questa legge troppo simile a quella italiana.

Un grosso passo indietro pure in Polonia. Ancora La Repubblica scrive: “La Polonia vieterà l’aborto. Annuncio della premier. La maggioranza richiama i principi cristiani. L’interruzione di gravidanza punibile con pene fino a cinque anni”. Peggio dei regimi dell’Eest che qualcuno si è affrettat0 ad abbattere negli anni 90.

Se la Francia piange, la Spagna non ride. La Stampa intitola: “La Catalogna sarà indipendente. Ci stiamo attrezzando come Stato. Romeva, ministro degli Esteri di Barcellona, il processo è irreversibile”. Nel dettaglio dell’articolo si legge: “Abbiamo chiesto decine di volte di votare, lo faremo ancora ma non all’infinito”. La minaccia diretta a Madrid è in equivoca.

Notizia veloce dal Vaticano, dove la Marcuzzi viene bocciata: “Non è idonea al Giubileo”, non sarà quindi lei a presentare questo evento a livello internazionale.

Per gli Interni una “bella” notizia (si fa per dire) giunge da Livorno. Da Il Fatto Quotidiano: “Il teatro dove è nato il PCI sta crollando”. Nel negare la propria storia, il Partito Comunista riesce pure a dimenticare il teatro in cui è nato nel lontano 1921.

Infine onore e gloria ad un bravissimo giardiniere in ruolo al Comune di Torino. L’operaio del verde si chiama Rodolfo ed è colui che riempie di strane sculture alcune aiuole in centro, ma anche in periferia. Intitola La Stampa: “L’uomo che trasforma i parchi in Torino in un romanzo d’amore a puntate. Rodolfo dichiara, con le mie sculture regalo emozioni”.

Per questa settimana è tutto: sono finite le notizie stracciate e ci vediamo martedì prossimo (oggi) per l’ultima puntata di Carta Straccia.

Per questa settimana è tutto (o quasi).

ARRIVEDERCI a MARTEDI’ 12 APRILE 2016 (ore 18,30 - 20,00) su Torinow. Ci vediamo con Massimo Tadorni (conduttore), Diego Giacobbi (esperto in telefilm), oltre naturalmente il sottoscritto, Juri Bossuto.

ULTIMISSIMA PUNTATA

Pubblicato in Senza categoria | Nessun commento »

Gatti salva cuore, cuccioli in ambulanza, militari russi ed elicotteristi ucraini…alcune notizie stracciate

Scritto da juribossuto.it il 5 aprile 2016

PRATICAMENTE CARTA STRACCIA

(29 MARZO 2016)

17 ma RASSEGNA stampa (Indipendente) di “Praticamente

(Torinow - canale 18 e 199).

Le notizie commentate martedì sera sono state tantissime. Alcune le ripresentiamo qui, in una breve sintesi che racchiude quelle più “incredibili” e stracciate

Riprendiamo anche questa settimana la rassegna stampa delle notizie più stracciate. Purtroppo siamo ormai alla penultima puntata di una rassegna che ci ha accompagnati, per anni, nella lettura “tra le righe” dei giornali.

Apriamo con una buona notizia: il professore licenziato per aver urinato in pubblico è stato reintegrato. Da Il Corriere della Sera: “Bergamo, reintegrato il prof licenziato per la pipì. Tornerà al lavoro tra 10 giorni. Legge sbagliata”. Un ruolo importante nel riscatto della giustizia è da assegnarsi agli studenti, i quali (come nel film “L’attimo fuggente”) si sono battuti con forza per la sua reintegrazione.

Un’altra notizia positiva giunge dalla Siria dove, dopo violenti scontri, Assad ed i russi hanno infine liberato Palmira dall’occupazione del Califfato. La Stampa informa dell’avvenimento ed anche relaziona già delle prime idee per recuperare e ridare vita a questo enorme patrimonio architettonico.

Una guerra quella siriana davvero dura e violenta, sempre La Stampa ci consegna un titolo molto esplicito: “Mi hanno preso. Bombardatemi, l’ultimo atto dello Spetsnaz russo. Catturato dall’ISIS, il militare ha fornito le coordinate per il raid”. Sempre da La Stampa: “Peri russi la pilota di elicotteri militari ha diretto gli attacchi dell’artiglieria di Kiev. Mosca condanna 22 anni a Top Gun Ucraina”. Una guerra, quella ucraina, voluta fortemente ad occidente e ad oggi dimenticata.

Per quanto riguarda la società una notizia sconcertante sempre da La Stampa del 24 marzo: “La paghetta finisce nelle slot. Duecentomila adolescenti malati. La legge non funziona, aumentano i giocatori d’azzardo tra i 14 ei 19 anni”.

Una breve notizia dagli esteri. Obama si reca in Argentina ed i giornali intitolano: “Sapevamo delle torture ma il popolo argentino era dalla nostra parte. Il racconto del colonnello Nani a quarant’anni dal golpe. Obama vede Macri, apriremo gli archivi sulla dittatura”. Un articolo che non commento se non evidenziando l’essere, il medesimo, frutto della nuova egemonia culturale della Destra neo fascista che sta conquistando l’Europa (Italia compresa).

Una breve notizia culturale: “Lo spettacolo degli eroi in crisi. Batman contro Superman, divertente metafora delle nostre inquietudini”. La Stampa riporta una recensione molto interessante su un film in apparenza ennesimo lungometraggio di una saga, ma che in realtà rivela una trama molto interessante quanto complessa.

Infine due notizie sugli animali: “Biella. L’anziana era stata investita. In ambulanza sale anche il cucciolo”. Il resoconto tratto da La Stampa di una donna investita da un anziano, in auto, che viene portata in ospedale nella ambulanza in cui viene ospitato anche il suo piccolo animale. Infine Il Corriere della Sera intitola: “Quel gatto (antidoto naturale) salva cuori. Avere un micio in casa ridurrebbe il tasso di mortalità cardiovascolare. I risultati della ricerca americana, 40% in meno di rischio infarto”.

Per questa settimana è tutto (o quasi).

ARRIVEDERCI a MARTEDI’ 5 APRILE 2016 (ore 18,30 - 20,00) su Torinow. Ci vediamo con Massimo Tadorni (conduttore), Diego Giacobbi (esperto in telefilm), oltre naturalmente il sottoscritto, Juri Bossuto.

SIAMO ALLA PENULTIMA PUNTATA ………..

Pubblicato in Senza categoria | Nessun commento »

 

Bad Behavior has blocked 60 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok