CARTA STRACCIA in POLITIKA – Il blog di JURI Bossuto

Damasco, Parigi, Livorno e Polonia: le notizie della penultima puntata…

Scritto da juribossuto.it il 12 aprile 2016

PRATICAMENTE CARTA STRACCIA

(5 APRILE 2016)

18ma RASSEGNA stampa (Indipendente) di “Praticamente

(Torinow - canale 18 e 199).

Le notizie commentate martedì sera sono state tantissime. Alcune le ripresentiamo qui, in una breve sintesi che racchiude quelle più “incredibili” e stracciate

Siamo così giunti alla penultima puntata, assoluta, di Carta Straccia: le notizie più stracciate della settimana (in onda su Torinow). In questa preziosa penultima puntata dedicheremo molto spazio soprattutto notizie dall’estero.

Un reportage molto interessante è stato pubblicato da La Stampa di lunedì 4 aprile, il titolo è anche la sua sintesi: “La rinascita di Damasco. L’Europa non ci ha difeso. La comunità cristiana torna con Assad: lui ci protegge. La capitale riprende a vivere grazie ad un mese di tregua”. L’articolo, a firma di Giordano Stabile, narra di una Damasco piena di giovani e ragazze senza velo, di gonne corte e di aperitivi nonché di protezione sociale: elementi che l’Occidente ha deciso, qualche anno fa, di stracciare armando l’Isis.

Occidente che continua a commettere errori anche in Francia, dove Hollande, tramite il suo governo, ha varato da poco una legge simile al Job Act di renziana memoria. Pubblica La Repubblica: “Noi, ultimo baluardo. Hollande schierato con le aziende”. Il reportage, inviato da Parigi, narra di una città animata da gruppi di giovani e di militanti sindacali che rifiutano con forza questa legge troppo simile a quella italiana.

Un grosso passo indietro pure in Polonia. Ancora La Repubblica scrive: “La Polonia vieterà l’aborto. Annuncio della premier. La maggioranza richiama i principi cristiani. L’interruzione di gravidanza punibile con pene fino a cinque anni”. Peggio dei regimi dell’Eest che qualcuno si è affrettat0 ad abbattere negli anni 90.

Se la Francia piange, la Spagna non ride. La Stampa intitola: “La Catalogna sarà indipendente. Ci stiamo attrezzando come Stato. Romeva, ministro degli Esteri di Barcellona, il processo è irreversibile”. Nel dettaglio dell’articolo si legge: “Abbiamo chiesto decine di volte di votare, lo faremo ancora ma non all’infinito”. La minaccia diretta a Madrid è in equivoca.

Notizia veloce dal Vaticano, dove la Marcuzzi viene bocciata: “Non è idonea al Giubileo”, non sarà quindi lei a presentare questo evento a livello internazionale.

Per gli Interni una “bella” notizia (si fa per dire) giunge da Livorno. Da Il Fatto Quotidiano: “Il teatro dove è nato il PCI sta crollando”. Nel negare la propria storia, il Partito Comunista riesce pure a dimenticare il teatro in cui è nato nel lontano 1921.

Infine onore e gloria ad un bravissimo giardiniere in ruolo al Comune di Torino. L’operaio del verde si chiama Rodolfo ed è colui che riempie di strane sculture alcune aiuole in centro, ma anche in periferia. Intitola La Stampa: “L’uomo che trasforma i parchi in Torino in un romanzo d’amore a puntate. Rodolfo dichiara, con le mie sculture regalo emozioni”.

Per questa settimana è tutto: sono finite le notizie stracciate e ci vediamo martedì prossimo (oggi) per l’ultima puntata di Carta Straccia.

Per questa settimana è tutto (o quasi).

ARRIVEDERCI a MARTEDI’ 12 APRILE 2016 (ore 18,30 - 20,00) su Torinow. Ci vediamo con Massimo Tadorni (conduttore), Diego Giacobbi (esperto in telefilm), oltre naturalmente il sottoscritto, Juri Bossuto.

ULTIMISSIMA PUNTATA

Lascia un Commento

XHTML: Puoi usare i questi tag: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

 

Bad Behavior has blocked 680 access attempts in the last 7 days.

Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok